News

news

Ciò che fa crescere … la prima spinta è il coraggio!

Crescita e contesti che aiutano a crescere (la città in primo luogo) sono al centro di un singolare percorso di educazione civica avviato in più di venti classi del nostro Istituto Galilei Campaillla e di altre scuole di Modica, maturato dopo sette anni di corsi di formazione che hanno avuto al centro quella passione educativa che vuole far rifiorire umanità. Facendo attenzione a vita e relazioni e, soprattutto, non impostando l’insegnamento traversale di educazione civica, introdotto nella scuola da due anni, come temi pensati già dagli adulti, ma partendo dall’ascolto dei giovani, con metodi attenti a rispettare ciò emerge dal loro cuore e che loro mettono insieme, senza precipitose valutazioni moralistiche. Ad ogni incontro i giochi cooperativi sciolgono il clima. Nella prima tappa un brainstorming ha permesso di dire cose che non potrebbero facilmente dirsi senza un clima che aiuta una comunicazione che a tratti diventa intima e comunque ricca di desideri e di valori inaspettati. Ognuno scrive da una a tra cose che aiutano a crescere, poi ognuno può chiedere il senso e chi ha scritto spiega … insieme poi si cercano nessi e, lasciandoli liberi, puoi capire cosa accade anche nel processo di sintesi comune come dinamica di gruppo. Emergono affetti, paure, valori, dinamismi relazionali … Una classe ha collocato i postit con "ciò che aiuta a crescere" in modo circolare, dicendo che tutte sono importanti, ma poi una di questa cose l’ha voluto sottolineare: il coraggio! Nel secondo incontro il tema diventa "cosa, nei luoghi che si abitano, aiuta a crescere e cosa ostacola la crescita". Da dire con foto accompagnate da didascalie. Anche in questo caso emergono prospettive, letture, interessi, che diversamente sarebbero rimasti seppelliti. Questa volta bisogna anche cominciare a dirsi quali nuclei di interesse ritornano e cosa impegnano a fare. Scopri che i giovani sono meno indifferenti di quanto non sembri. Prossima tappa sarà un laboratorio di futuro (e c’è già l’idea di un collegamento, se sarà possibile, con scuole dell'Africa). E poi ci sarà in ogni scuola un gruppo di adulti che rifletterà su quanto emerge ascoltando i giovani. Si respira entusiasmo in giovani e docenti, c’è aria di rinascita, ci sono luce e calore, si inseriscono discretamente testi sapienti per cogliere “sentieri che portano lontano” e scoprire cosa voglia dire che “le città non sono solo cumuli di pietre”. Una ricerca in cui la sfida che ogni giorno si vive a scuola diventa una convinta, corale e gioiosa scommessa educativa!

prof. Maurilio Assenza

L’I.I.S. “G. Galilei- T. Campailla” ripropone il Progetto pilota di Educazione Civica “Nuovo Umanesimo” alla sua terza annualità. Compreso tra le Attività culturali che integrano il Curricolo di Educazione civica, il progetto, coordinato dalla Prof.ssa Maria Vittoria Mulliri, Referente di Educazione civica dell’Istituto, e ispirato al saggio del prof. Orazio Parisotto, La rivoluzione globale per un nuovo umanesimo ed alla sua versione in pillole (La rivoluzione globale in pillole), amplia l’offerta formativa dell’Istituto coinvolgendo diverse classi dei tre licei che lo costituiscono (quest’anno sono sette: oltre alla 3^D, la 1^C e la 5^C Scientifico della prof.ssa Mulliri, la 3ASA Scientifico e la 4^A Classico della prof.ssa M. Grazia Baglieri, la 3^C e la 5^A Artistico della prof.ssa Giuseppina Angelico) in un percorso formativo trasversale, interdisciplinare e coordinato che, tenute presenti le indicazioni del MIUR relative ai tre assi attorno ai quali deve ruotare l’Educazione civica (lo studio della Costituzione, lo sviluppo sostenibile, la cittadinanza digitale) coinvolge i discenti nella riflessione in ottica “glocal” sulle problematiche più urgenti, le sfide globali, “i virus” che investono la società attuale. E propone altresì delle vie di uscita dalle emergenze, per la creazione di una società più giusta, più solidale, e per l’avvio di un Nuovo Umanesimo attraverso una rivoluzione globale pacifica, di cui proprio i giovani siano protagonisti anche con una eventuale adesione al progetto internazionale di “United Peacers”. United Peacers è, com’è noto, la World Community for a New Humanism, una rete mondiale di operatori di pace, che lavorano insieme per la difesa dei diritti fondamentali, lo sviluppo sostenibile, la protezione del pianeta, l'equa distribuzione della ricchezza, la fine delle guerre e la realizzazione di istituzioni sovranazionali democratiche. Coordinata dal prof. Orazio Parisotto, studioso di scienze umane e dei diritti fondamentali, particolarmente impegnato nel sociale, la Comunità Internazionale degli Operatori di Pace ha elaborato un progetto al quale anche il nostro Istituto ha aderito fin dall’anno scolastico 2020-2021, attivandosi per il “Dipartimento di educazione civica”, coordinato dalla prof.ssa Mulliri. Il progetto di United Peacers ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui, il 23 aprile dello scorso anno, il patrocinio non oneroso da parte del Comune di Modica. Martedì 20 Dicembre, dalle ore 8.10 alle ore 11.00, presso l’Auditorium del Liceo Scientifico di Modica, si svolgerà il I INCONTRO relativo al progetto sul tema: “S.O.S. AMBIENTE: CAMBIA-MENTI PER EVITARE IL DISASTRO GLOBALE”. Attraverso gli interventi degli esperti, i nostri studenti ed i partecipanti all’incontro, aperto anche alle famiglie, avranno l’opportunità di approfondire in ottica glocal il tema dei problemi ambientali (inquinamento e rifiuti in particolare). La Dott.ssa Vincenza Di Rosa, Resp. Settore Ecologia, Rifiuti del Comune di Modica, il Dott. Dario Modica, Consulente ambientale del Comune di Modica, il Sig. Giuseppe Sammito, Dipendente della SRR, Resp. Ufficio Consorzi Filiera permetteranno di approfondire: - gli aspetti ambientali inerenti l'attività di gestione dei rifiuti urbani e speciali, - la sua evoluzione nel corso degli anni sia da un punto di vista globale che locale, - le interazioni che le scelte di gestione hanno sull'ambiente, - i confronti delle varie metodologie di raccolta da un punto di vista della sostenibilità ambientale.

Parleranno:

dei vantaggi del riciclo dei rifiuti rispetto al conferimento diretto in discarica;

delle problematiche e delle conseguenze a lungo termine della gestione delle discariche;

delle problematiche ambientali legate all'inquinamento diretto dell'abbandono dei rifiuti su suolo pubblico;

del circuito virtuoso del recupero degli imballaggi e del concetto di riuso come asset per la riduzione della produzione di rifiuti;

dei vantaggi/svantaggi di ogni sistema di raccolta differenziata particolarmente diffusi a livello globale e locale;

delle principali novità in materia di differenziazione dei rifiuti presentati ad Ecomondo 2022.

Il Prof. Orazio Parisotto ed il Dott. Riccardo Pace, in collegamento telematico da Roma, affronteranno l’argomento a livello globale. Il Prof. Parisotto, interverrà sul tema: “Le emergenze climatico – ambientali a livello globale”. Il Dott. Riccardo Pace parlerà di “Ambiente e pace – La sfida delle nuove generazioni”. Scrittore (autore del testo La Guerra Verde), Divulgatore di Sostenibilità per le Nuove Generazioni il Dott. Pace presenterà anche il “Dipartimento Giovani” che coordina. Attivato quest’anno nel sito di United Peacers Peacers (www.unitedpeacers.org), il Dipartimento permetterà ai giovani di condividere con la comunità mondiale ciò che hanno appreso e il materiale elaborato, che sarà disponibile anche nel sito www.europaperigiovani2014.altervista.org collegato, a mezzo link, sia al sito del nostro Istituto (www.galileicampailla.edu.it) che al sito di United Peacers. La programmazione per UDA inter e pluridisciplinari, coinvolgenti l’intero Consiglio di Classe, permetterà agli studenti di concretizzare gli argomenti trattati in aula, svolgere compiti di realtà e sviluppare competenze sociali e civiche spendibili nell’esercizio della cittadinanza attiva. L’adozione della pedagogia del Service Learning offre un valido contributo, unendo al Learning (l’acquisizione di competenze professionali, metodologiche, sociali e soprattutto didattiche) il Service (la cittadinanza, le azioni solidali e il volontariato per la comunità), sviluppando un apprendimento che è “Large Life Learning” e “Long Life Learning”. Gli argomenti trattati nell’incontro permetteranno di approfondire il tema delle UDA intitolate “S.O.S. AMBIENTE: CAMBIA-MENTI PER EVITARE IL DISASTRO GLOBALE”, programmate rispettivamente per la classe 1^C Scientifico e per le terze classi dei tre indirizzi dell’Istituto partecipanti al progetto. Ma la presenza a questo incontro sarà utile anche agli studenti delle altre classi partecipanti al progetto: a quelli della 4^A Classico e, soprattutto, agli studenti delle due quinte (5^C Scientifico e 5^ Artistico) che dovranno sostenere l’Esame di Stato. Tutti i partecipanti otterranno un attestato di partecipazione valido per l’attribuzione del credito scolastico. Attualità e importanza del tema dell’incontro. Il nostro pianeta, maltrattato e saccheggiato, è in grave pericolo. Occorre un “cambiamento di rotta”, una “conversione ecologica”, come afferma Papa Francesco nell’Enciclica “Laudato si’, pubblicata il 18 giugno del 2015. In particolare, nel primo capitolo, il pontefice mette in guardia dalle gravi conseguenze dell’inquinamento e da quella “cultura dello scarto” che sembra trasformare la terra, “nostra casa, in un immenso deposito di immondizia”. Come rimanere indifferenti di fronte ai cumuli di spazzatura che, nei mesi scorsi, hanno ammorbato l’aria e deturpato il paesaggio della nostra città, richiamando alla mente di ognuno immagini simili di un’emergenza che interessa gran parte delle grandi e piccole città del nostro paese e del mondo? Ma come si possono contrastare – ci chiediamo- queste dinamiche? Quale contributo può dare ognuno di noi, la scuola e i governi a livello locale, nazionale e globale? Il Papa individua una possibile soluzione nell’adozione di modelli produttivi diversi, basati sul riutilizzo, il riciclo, l’uso limitato di risorse non rinnovabili. È largamente condiviso, infatti, che l’attuale modello di sviluppo “sta rendendo grave anche il problema della sostenibilità ambientale […] distruggendo a ritmo accelerato gli ecosistemi che sono alla base della vita (distruzione delle foreste primarie, inquinamento di aria, suoli, acque fluviali e marine, erosione, desertificazione e salinizzazione dei suoli, accumulazione dei rifiuti tossici, dispendio insensato e contemporanea difficoltà a disporre di acqua dolce potabile e così via)”, come si legge nel quarto capitolo del saggio La rivoluzione globale per un nuovo umanesimo di Orazio Parisotto. L’autore, dopo avere delineato lo scenario di estrema gravità in cui ci troviamo, sottolinea la necessità di una mobilitazione immediata “per invertire una tendenza che può mettere a dura prova la nostra vita e in particolare quella dei nostri figli e nipoti”, rendendo autenticamente democratiche istituzioni sovranazionali mondiali in grado di fronteggiare le enormi emergenze planetarie che assillano l’umanità. Ognuno di noi ha il diritto di conoscere i problemi ambientali e il dovere di assumersi la responsabilità di un impegno fattivo per la “cura della casa comune”, mettendo in atto comportamenti virtuosi che possano contribuire a rendere effettiva la tutela dell’ambiente sancita dall’Art. 9 della Costituzione Italiana e ribadita da leggi nazionali, direttive europee e dal programma d’azione dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile sottoscritto nel settembre del 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Educare al rispetto dell’ambiente è responsabilità di tutti ed è compito inderogabile della scuola. La nostra Scuola svolge pienamente questo ruolo riservando un’attenzione particolare all’insegnamento trasversale dell’Educazione Civica e proponendo, in seno al Progetto “Nuovo Umanesimo”, il tema dei problemi ambientali in ottica glocal.

La Referente del Progetto e dell’Educazione Civica dell’Istituto Prof.ssa Maria Vittoria Mulliri

Il Dirigente Scolastico Prof. Sergio Carrubba

L’I.I.S. Galilei – Campailla, all’interno delle opportunità formative rivolte ai propri studenti, intende procedere nella promozione di attività progettuali ed eventi legati all’area dell’imprenditoria. L’attenzione rivolta alle esigenze rilevate tra gli studenti del triennio spinge infatti la scuola a pianificare interventi e momenti di confronto con personalità del settore. I nostri giovani, Venerdì 16 Dicembre dalle ore 17:00 alle ore 19:00 presso i locali dell’Auditorium del Liceo Scientifico di Modica, incontreranno il Dott. Gianluca Manenti, Presidente di Confcommercio Sicilia, sulle opportunità legali, finanziarie e fiscali nonché sulle politiche giovanili che la Regione, lo Stato e l’Europa pongono in campo per la costruzione di startup innovative legate al turismo, all’agricoltura e al terziario e la promozione del territorio ibleo nel panorama nazionale e internazionale.

CALENDARIO DELLE ATTIVITA’ POMERIDIANE Al LICEO CLASSICO:

  • Venerdì 16 dicembre (h 15:30 – 16:30): una lezione a scelta tra: «Alfabeto greco»; «Mito»; «Studio Greco e Latino perché…». A seguire: infopoint per studenti e genitori su Offerta Formativa; Potenziamento Cambridge e Curvatura Biomedica.
  • Giovedì 12 gennaio (h 15:30-16:30): una lezione a scelta tra «Laboratorio filosofico»; «Alfabeto greco»; «Mito»; «Studio Greco e Latino perché…». A seguire: infopoint per studenti e genitori su Offerta Formativa; Potenziamento Cambridge e Curvatura Biomedica.
  • Giovedì 19 gennaio (h 15:30-16:30): una lezione a scelta tra «Laboratorio filosofico»; «Alfabeto greco»; «Mito»; «Studio Greco e Latino perché…». A seguire: infopoint per studenti e genitori su Offerta Formativa; Potenziamento Cambridge e Curvatura Biomedica.

Per iscriversi al corso (uno, due oppure tre incontri) basta compilare il modulo, andando su www.galileicampailla.edu.it > Orientamento > Orientamento in entrata, oppure cliccando su https://forms.gle/EruWSxLp9hUUvKQD6 oppure inquadrando il QR Code:

 

VI ASPETTIAMO!